Novembre-Dicembre 2015

Newsletter

In questo numero:

✓Workshop “ Le politiche per lo sviluppo dei territori rurali- L’esperienza del Cogal Monte Poro Serre Vibonesi”.

✓ Approvazione PSR 2014/2020.

✓Giornata Calabrese dell’Agricoltura organizzata da Coldiretti Calabria.

✓Cooperazione Transnazionale: pubblicati video (ITA/EN) sull’attività di “Educazione alimentare e consumo sostenibile”.

✓Pubblicazioni video Cogal.Tv

Apri l’ allegato per continuare a leggere: NEWSLETTER-Novembre-Dicembre-2015

Educazione alimentare e consumo sostenibile

Prodotti in cucina

Si tratta di iniziative di carattere didattico ed informativo che hanno coinvolto numerose scuole della provincia di Vibo Valentia, e che rappresentano una delle nove attività integrate del progetto di cooperazione transnazionale “Gastronomy Routes and the Culture of Flavours” attuato dal COGAL Monte Poro.

In particolare in questo video il modulo “Prodotti in Cucina”: i giovani coinvolti nel progetto lo hanno potuto realizzare proprio nei locali di cucina dell’istituto alberghiero di Vibo Valentia, dove gli esperti cuochi hanno interagito con le studentesche nella preparazione di piatti e di portate con materie prime locali, concludendo quelle attività che hanno voluto far conoscere ai giovani, non solo la sana alimentazione, ma anche come questa possa essere riscoperta nella nostra dieta mediterranea e nelle nostre produzioni vibonesi.

Coldiretti: svolta la giornata dell’agricoltura a Cosenza

News

Si è svolta lunedi’ 30 Novembre, dalle ore 16.00 nell’auditorium ‘Guarasci’ del liceo classico B. Telesio in piazza XV Marzo a Cosenza la ‘Giornata calabrese dell’agricoltura‘, organizzata dalla Coldiretti Calabria.

Il tema scelto e’ di grande attualita’: ‘Il protagonismo degli agricoltori ei programmi comunitari 2014-2020, investire per la Calabria bella, vera che piace e vince e’ un dovere di tutti’ – si legge in un comunicato di Coldiretti Calabria.

Dopo l’approvazione della Commissione europea dei programmi comunitari per il prossimo settennio, che dovranno incidere sulla realta’ economico e sociale della regione, la Coldiretti Calabria con questa iniziativa dara’ voce all’agricoltura regionale per far conoscere una realta’ da primato per capacita’ di innovazione, creativita’, salvaguardia delle tradizioni, rispetto ambientale e sicurezza alimentare e capace di tonificare gli altri settori produttivi. Cosenza sara’ invasa da giovani, donne, uomini e anziani delle campagne calabresi protagonisti di una visione resiliente e innovativa dell’utilizzo delle risorse comunitarie. Una responsabilita’ testimoniata dalla presenza del presidente della giunta regionale, Mario Oliverio, insieme al presidente della coldiretti Calabria, Pietro Molinaro. Saranno allestiti spazi rappresentativi della diversificata realta’ dell’agricoltura calabrese. Una occasione unica per toccare con mano la rivoluzione in atto nelle campagne calabresi, dove per l’attivita’ agricola si sono aperte nuove e straordinarie opportunita’ imprenditoriali e occupazionali. Saranno presenti, il presidente del consiglio regionale, Nicola Irto; l’assessore regionale, Federica Roccisano; il parlamentare, Nicodemo Oliverio; il procuratore della repubblica di Vibo Valenzia, Mario Spagnuolo; consiglieri regionali, sindaci, rappresentanti istituzionali ai vari livelli; il direttore dell’Anbi, Massimo Gargano; i presidenti e dirigenti dei consorzi di Bonifica; dirigenti regionali, responsabili di sistemi agricoli e agroalimentari avanzati e moderni; cooperative.

Fonte: Cosenza web oggi

Programma di Sviluppo Rurale: approvato ufficialmente

PSRdella Calabria 2014-2020

Il Programma di Sviluppo Rurale della Calabria 2014-2020 è stato ufficialmente approvato dalla Commissione Europea. E’ tra i primi PSR delle Regioni meridionali e ad obiettivo convergenza a ricevere l’approvazione da parte della Commissione.

A renderlo noto è stato il Presidente della Regione Mario Oliverio che si è detto subito molto soddisfatto della chiusura di questa prima fase di programmazione: “Con l’approvazione del PSR, tutti gli strumenti dei fondi comunitari sono pronti per l’operatività. Adesso – ha detto Oliverio – bisogna fare alcune riflessioni, anche insieme alle organizzazioni di categoria ed al mondo agricolo, e definire un cronoprogramma per calibrare le scelte in base agli obiettivi da realizzare”. L’approvazione del PSR Calabria 2014/2020, della dotazione finanziaria di oltre un Miliardo e 103 Milioni di Euro, arriva dopo una lunga e complessa fase di negoziazione con i Servizi della Commissione Europea. “Apprezzo il lavoro svolto – ha affermato il Presidente Oliverio – ed un plauso particolare va ai dirigenti ed ai funzionari del Dipartimento Agricoltura ed alla struttura del PSR Calabria, che hanno lavorato sodo ed in condivisione con le organizzazioni, ma adesso si apre la vera sfida, quella dell’operatività del Programma. Le risorse che abbiamo a disposizione devono essere utilizzare per la crescita dei nostri territori, per produrre ricchezza e occupazione. E per far questo bisogna innanzitutto riflettere su cosa non ha funzionato nelle precedenti programmazioni.

Bisogna promuovere una reale politica di semplificazione e sburocratizzazione, e favorire la massima accessibilità alle informazioni per l’utilizzo delle risorse comunitarie. Risorse che non dovranno più essere disperse, ma concentrate ed integrate tra i diversi fondi, per un utilizzo più efficace ed efficiente e per il raggiungimento dei nostri obiettivi di sviluppo”. Obiettivi di sviluppo che passano per il raggiungimento delle priorità europee e di quelle regionali. Parliamo di competitività delle aziende agricole, nuova occupazione più qualificata, ricambio generazionale in agricoltura e nelle attività ad essa collegate, prodotti e servizi innovativi, qualità e promozione delle produzioni agroalimentari e zootecniche, aggregazione tra produttori, potenziamento e valorizzazione delle filiere, ed anche tutela dell’ambiente, sviluppo territoriale equilibrato e sostegno alle aree interne e svantaggiate, inclusione sociale. “Il PSR – ha ancora detto Oliverio – dovrà puntare su settori strategici per la nostra regione, come ad esempio la produzione biologica, l’olivicoltura e l’agrumicoltura, per i quali siamo la seconda regione italiana, e la zootecnia. Questo Programma ha una grande responsabilità e dovrà essere strategico per lo sviluppo ed il futuro della nostra agricoltura, nonché per l’economia ed il benessere dell’intera regione”.

Il nuovo PSR Calabria 2014/2020 verrà presentato nel corso di una conferenza stampa, che si è svolta mercoledì 25 Novembre alle ore 15 nella sede della Cittadella regionale di Germaneto.

Fonte: Regione Calabria

Oliverio alla “Giornata calabrese dell’Agricoltura”

News

“L’agricoltura per la Calabria rappresenta un patrimonio strategico dal quale partire. Un patrimonio su cui investire, in termini moderni, avanzati, in una visione di contesti territoriali. Lo sviluppo sostenibile cui dobbiamo pensare non può non partire da ciò.”

Lo ha detto il presidente della Regione Mario Oliverio intervenendo alla “ Giornata calabrese dell’ Agricoltura” organizzata da Coldiretti Calabria nell’Auditorium ” A. Guarasci” di Cosenza e dedicata al tema “Il protagonismo degli agricoltori e i programmi comunitari 2014-2020.” “ L’agricoltura, le sue energie, le sue forze- ha detto Oliverio-, costituiscono per la nostra terra un punto di forza, una risorsa alla quale guardare per un percorso di crescita. Viviamo in una regione che ha una condizione, economica, sociale, di difficoltà maggiore rispetto ad altre realtà, evidenziata da numerose analisi e da più istituti . Le emergenze, nel corso di un lungo periodo sono state prevalenti rispetto all’attenzione sulle questioni dello sviluppo. Dobbiamo cambiare marcia, e stiamo facendo uno sforzo in questa direzione. Sulla programmazione- ha proseguito- abbiamo lavorato sodo e per quanto riguarda il POR siamo arrivati a recuperare il ritardo dal quale si partiva. Per quanto riguarda il Piano di Sviluppo Rurale, la nostra è stata tra le prime tre regioni ad averlo approvato. La fase di elaborazione ha contato un lavoro fatto di concerto con i rappresentanti del mondo dell’agricoltura, così come, per gli altri strumenti, con il mondo produttivo, degli amministratori locali. Abbiamo lavorato in stretto raccordo con le altre organizzazioni per elaborare strategie rispondenti a quelle che sono le potenzialità della nostra regione, della nostra agricoltura.” “ In agricoltura- ha proseguito Oliverio- oggi non partiamo da zero; quella italiana è stato il settore che, in questi anni tremendi di crisi , ha retto. Il nostro export ha tenuto grazie all’agroalimentare. In questo quadro l’agricoltura calabrese non ha segnato il passo, è stato il cuore, il settore portante dell’economia. Ecco perché lo sviluppo a cui dobbiamo pensare deve partire da questo patrimonio, in una interazione con altri settori importi quali il turismo, la stessa difesa del suolo. ” “Parlando di agricoltura, infatti, – ha detto ancora il presidente della Regione- non possiamo non porre il problema di base che è quello dell’assetto del territorio, della sua cura. Negli ultimi mesi, le alluvioni di Rossano e poi della Locride hanno mostrato il portato di una mancanza decennale di manutenzione del territorio. Ecco perché è necessario porre mano ad una grande progetto di sistemazione idrogeologica, utilizzando strumenti quali Calabria Verde, i Consorzi. L’agricoltura svolge una funzione importante, perché l’assenza dell’uomo è una concausa dei disastri cui assistiamo.” “ C’è, ancora- ha riferito Oliverio- , una scelta importante che abbiamo fatto, che è quella di investire per il rinnovamento generazionale, per una immissione di giovani. Bisogna incoraggiare questo percorso. Il PSR prevede sia premialità che incentivi per i giovani che decidono di investire in agricoltura. E’ una scelta per creare imprese, creare opportunità di lavoro.” “ Altro argomento cui prestare massima attenzione è quello delle filiere produttive. Dobbiamo agire su queste per avere il massimo per valore aggiunto ed anche di occupazione, trovando gli strumenti più adeguati, partendo dalle produzioni di base, che sono quella olivicola, quella agrumicola, quella vitivinicola nella quale è stato fatto un grande balzo in avanti in questi anni. Legata alle filiere è l’innovazione. In questa direzione dobbiamo utilizzare bene le nostre risorse, su progetti finalizzati all’impresa, rendendo questa protagonista. Bisogna saper fare incontrare i centri di ricerca con l’impresa, mettendo in campo progettualità ed sforzi, per avere ricadute in tempi non lunghi.” Il presidente Oliverio, nel corso del suo intervento, ha parlato ancora della difficoltà nell’accesso al credito, affermando la necessità di mettere a punto strumenti che consentano di superare gli ostacoli, così come dell’aiuto verso la ricapitalizzazione delle imprese; ded ancora della semplificazione delle procedure e della sburocratizzazione.

“Con il nuovo POR ed il nuovo PSR- ha rimarcato Oliverio- non ci saranno più carte, ma la rete. “ Sono questi, uniti ad altri elementi di un lavoro che sta gettando le basi per profondo cambiamento, per il quale occorre andare avanti con determinazione ed in sinergia, con un fronte comune, che guarda alla crescita della Calabria, nel quale il mondo dell’agricoltura, con le radici che rappresenta, con i suoi valori può essere protagonista.”

Fonte: Regione Calabria