Venerdì l’ assemblea dei soci del Cogal Monteporo

Si terrà presso la Camera di Commercio di Vibo Valentia, venerdì 2 settembre c.a. alle ore 10,30, l’assemblea dei soci del Cogal Monte Poro-Serre Vibonesi congiuntamente al partenariato pubblico privato Programmazione 2014-20, per discutere e approvare il Piano di azione locale che riguarda il territorio Vibonese che sarà trasmesso entro il 16 il settembre alla Regione Calabria a seguito dell’avviso pubblico riguardante la Misura 19 del Programma di sviluppo aree rurali.

Il Cogal Monte Poro-Serre Vibonesi ha i numeri, per le adesioni della parte pubblica ( la maggioranza dei Comuni, l’amministrazione provinciale, la Camera di Commercio, il consorzio di bonifica) e privata (la quasi totalità delle associazioni delle categorie economiche presenti sul territorio Vibonese e rappresentanze della società civile), per presentare il piano di azione locale e ciò indipendentemente dalla campagna politica messa in atto dalle correnti politiche trasversali del Partito Democratico e di Forza Italia.

L’assemblea di venerdì, conclude il lungo e complesso lavoro svolto dal partenariato locale di cui capofila è il Cogal Monte Poro-Serre Vibonesi, che ha elaborato la strategia di sviluppo locale attraverso il coinvolgimento degli enti pubblici e privati e di tutti gli attori locali, al fine di sostenere con gli investimenti le piccole attività economiche presenti sul territorio, creare opportunità di lavoro e sostenere nuove iniziative imprenditoriali.

La strategia elaborata guarda con attenzione al Turismo sostenibile nelle aree rurali, con l’obiettivo di accrescere e qualificare l’offerta turistica, le micro filiere dell’agroalimentare, la ‘Nduja di Spilinga, il pecorino del Poro, la cipolla rossa di Tropea, il fagiolo di San Nicola da Crissa, il fagiuolo di Caria-Zaccanopoli, i funghi, i frutti di bosco, le produzioni biologiche, a partire dall’olio di oliva da varietà autoctone, al miele (solo per citarne alcune).

Sviluppare e qualificare il Turismo rurale attraverso il consolidamento della “rete” presente sul territorio, creare servizi innovativi, al fine di rendere il territorio rurale attrattivo per i flussi turistici, creare nuove attività, come le fattorie didattiche e sociali, sono questi alcuni punti salienti presenti nel Piano di Azione Locale.

Progetti innovativi, per la creazione si servizi comuni degli operatori del turismo rurale e delle filiere corte dell’agroalimentare, sono inquadrati nell’ottica di compiere un salto qualitativo verso l’associazionismo della micro imprenditorialità presente sul territorio, per competere sui mercati nazionali e internazionali.

Diversificare l’azienda agricola, sostenere il ricambio generazionale, creare piccoli impianti per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti locali, la creazione di punti vendita degli stessi, rappresentano interventi che si propongono di accrescere il reddito della piccola impresa e di arginare lo spopolamento soprattutto nelle aree interne, nonché sostenere la crescita dell’economia locale.

Il Cogal Monte Poro- Serre Vibonesi partecipa a due importanti progetti di filiera, uno riguarda le produzioni biologhe e coinvolge l’intero territorio del Vibonese, l’altro riguarda il comparto dell’olio di oliva e coinvolge l’area collinare e montana della provincia.